Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

 

 

 

mmmmm---193.jpg

37952-0048.jpg

37952-0067.jpg

37952-0165.jpg

 

 

37952-0159.jpg

 

 

37952-0308.jpg

37952-0288.jpg

37952-0107.jpg

 

37952-0220.jpg

 c2752c61-d311-44d9-b0c5-ab1ae2f9ffa8.JPG

 

 

IMG_9628.jpg

 

 

IMG_9620.jpg

IMG_9613.jpg

 

IMG_9610.jpg

29063936_1214929868641788_8254943904095787780_o.jpg

 

 

IMG_9635.jpg

 

 

IMG_9640.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giovanni Malago’, Presidente del Coni, è stato accolto a Livorno mercoledì 28 marzo dal mondo sportivo territoriale e dell’intera Regione.

L’occasione principale è stata la visita alla città alluvionata dal tremendo evento del 10 settembre e agli impianti sportivi colpiti: l’Associazione Ginnastica Livornese, la Polisportiva Carli Salviano, l’attiguo campo di Rugby dei Lions Amaranto, l’Accademia della Scherma e l’impianto sportivo parrocchiale di Collinaia.

Ulteriore irrinunciabile tappa, la gloriosa e storica società di scherma Fides Livorno, ove sono nate le maggiori eccellenze della scherma italiana, nonché la piscina Camalich, un doveroso passaggio allo Stadio Comunale A.Picchi e il nuovo Club Livorno Golf dove si è svolto un incontro con il Prof. Franco Chimenti Presidente nazionale della Federazione Italiana Golf, nonché Vice Presidente Vicario del Coni, il Direttore Generale della Ryder Cup 2022 GianPaolo Montali, il Presidente del Comitato Regionale della Federazione Italiana Golf, Andrea Scapuzzi.

Nel pomeriggio, prima dell’incontro con le autorità ed il mondo sportivo, è stata visitata la zona dove esiste una ipotesi progettuale della Regione Toscana di apertura del Rio attualmente tombato che andrebbe a colpire i campi di calcio del Livorno 9 e la zona lanci del Campo Scuola rendendoli inutilizzabili.

Successivamente il Presidente è stato accolto dalle autorità locali, dagli atleti azzurri ed i dirigenti sportivi provenienti da molte province delle Regione Toscana ed ha incontrato anche Luciano Bechini, ex dipendente del Coni, babbo di Martina, una delle 9 vittime della tragica alluvione.

 Giovanni Giannone, delegato Coni Livorno, ha ringraziato Malagò per l’importante vicinanza e sostegno dello sport nazionale, ha evidenziato la grande capacità della città di reagire dopo quanto avvenuto con l’alluvione, la solidarietà capillare ricevuta e l’intensità con cui la città vive lo sport in ogni sua dimensione, come testimoniano le 548 medaglie vantate tra Olimpiadi, Campionati Mondiali ed Europei.

Il Presidente del Comitato regionale del Coni, Salvatore Sanzo, ha sottolineato l’importanza del legame tra Coni e Territorio e quanto questo sia determinante per la vita del mondo sportivo tutto.

Al tavolo anche Giulia Quintavalle, ex campionessa olimpionica di judo ed attualmente rappresentante degli Atleti nel Consiglio Nazionale Coni, esempio di quanto costanza e sacrificio siano tasselli preziosi per il successo, non solo sportivo.

“Complimenti a tutti: qui si respira davvero una bella atmosfera”: queste le parole del Presidente Malagò che restano impresse in tutti i presenti e che danno fiducia per ogni nuovo futuro sviluppo dello sport territoriale.