Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo
IMG_3066-1.jpg
 
 
Comunicato stampa e foto: ASD Hockey Club Pistoia
 
 
Gli arancioni si iscrivono per primi nell'albo d'oro della neonata manifestazione nazionale indoor indetta dalla Federazione Hockey su Prato e lo fanno con autorevolezza non permettendo alle competitrici nella fase finale di sperare di superarli.
Nella giornata finale a competere con Pistoia ci sono Cus Genova, Moncalvese e Superba Genova queste ultime due comprese anche nel girone di A2 di hockey outdoor.
Nella prima semifinale contro il Cus,i genovesi sono già sotto al termine del primo tempo con Fedi trascinatore della squadra.
Nella ripresa gli arancioni controllano la gara e raggiungono la finale con un punteggio di 6-3 grazie alle reti di Fedi bomber con 4 reti alle quali si aggiungono le segnature di Giordano e Natali.
Nell'altra semifinale è Il Superba a guadagnare lo scontro di finale battendo Moncalvo.
I pistoiesi sono carichi: sono venuti a questo appuntamento con il solo obbiettivo di conquistare il trofeo e partono a mille.Come nella semifinale la gara è già chiusa al termine del primo tempo (finito sul 7-1 per Pistoia) nella ripresa gli arancioni controllano agevolmente la partita nella quale sono andati a segno praticamente tutti gli atleti terminando l'incontro con un 10-4 chesi spiega da solo.
La conquista di questo titolo chiude positivamente la stagione indoor di Pistoia ripagando la società e la squadra anche dei sacrifici per allenarsi, gli hockeyisti si allenano Marliana non avendo ottenuto altri impianti a Pistoia.
Seppur una competizione ritenuta "minore" Pistoia prevale su squadre che fanno parte anche del proprio girone di A2, con una formazione composta al 90 % di ragazzi ventenni e priva di alcuni atleti importanti impossibilitati a partecipare alla stagione indoor(chissà forse anche il torneo di Indoor League avrebbe avuto un esito migliore).
Comunque un segnale di vitalità e capacità tecniche che non possono essere che valutate positivamente anche invista della stagione outdoor. Adesso un meritato riposo per i ragazzi, poi tra una settimana riprenderà la preparazione per un impegnativo girone di ritorno del campionato di A2.