Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Si è svolta presso la Sala Cerimonie del Comune di Livorno la consegna delle borse di studio alla presenza del Sindaco della città labronica Luca Salvetti, del Presidente del Comitato Regionale Toscano della federatletica Alessandro Alberti, di Luigina Fabiani del MIUR, iniziativa fortemente volute dalla Società amaranto insieme allo sponsor Università Niccolo Cusano ed intestate a tre giovani atleti prematuramente scomparsi: Dario Pistolozzi, Leonardo Trainni e Andrea Matteucci.

Le famiglie hanno quindi premiato Davide Finocchietti, Giulia Centauro, Omor Moretti, AnnaLuisa De Santis, Marco Finocchietti.

Grande commozione da parte di tutti per una iniziativa che va a premiare gli atleti con i migliori voti scolastici mixati con i risultati tecnici.

Molto appassionato l’intervento del Presidente , che ha ricordato i tre ragazzi scomparsi e la volontà di ricordargli nel migliore dei modi per un’etica, quella della Società amaranto, che vuole insegnare ai giovani le regole dello sport che saranno poi le regole della vita, la volontà  di fare comprendere ai giovani che lo studio è la parte importante della loro giovane età. Per l’occasione Giannone ha indossato una cravatta che gli fu donata dal pittore livornese Mario Madiai con disegnata la famosa rosa, che simbolicamenteha voluto donare ai familiare dei tre ragazzi.

Una iniziativa che diverrà annuale perché la memoria, i valori sono insiti nel DNA della Società amaranto.

Molto apprezzata l’iniziativa dai familiari sia dei tre ragazzi e dai familiari degli atleti livonesi, ma di tutta la comunità livornese.