Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Lisa Angiolini torna da Budapest con una medaglia; l’atleta poggibonsese si era qualificata per gli Europei di Nuoto nei 100 e 200 rana e il CT Butini l’aveva schierata anche nei 50 rana. Lisa ha realizzato il suo personal best nelle batterie dei 100, timbrando 1’07’’0, crono che le avrebbe consentito la qualifica in semifinale; come prevedibile però, ha dovuto lasciare il posto ad altre due italiane, Carraro e Castiglioni, che hanno lasciato fuori dai 100 metri anche la fortissima Pilato. Angiolini ha poi nuotato un buon 200 rana in batteria, pagando però un filo di emozione nella sua gara preferita.

LisaAngiolini-FedericaPellegrini-budapest.jpg

La sorpresa è arrivata dalla 4x200 stile libero nella quale lo staff tecnico ha deciso di schierarla in qualifica insieme a Pirozzi, Gailli e Federica Pellegrini; galvanizzata dalla fiducia ricevuta e dalla presenza della Divina del nuoto italiano, Lisa ha nuotato in 2’01’’1, contribuendo alla conquista del primo crono utile per la finale europea da parte della nazionale italiana. Nel pomeriggio è stata la campionessa Simona Quadarella a prendere il posto di Angiolini: la staffetta azzurra ha conquistato il bronzo europeo e la medaglia è andata, dunque, anche all’atleta di Poggibonsi che aveva nuotato al mattino. L’ultima fatica per lei è stata quella dei 50 rana, dominati da Benedetta Pilato con il nuovo record del mondo.

Banner 2