Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

 

 

 Il presidente del CONI Toscana Salvatore Sanzo ha inaugurato lunedì 10 dicembre a Lucca il suo ‘tour’ che lo porterà nel 2014 ad incontrare le realtà sportive ed istituzionali delle province toscane per presentare attività e programmi del Comitato. All’incontro di Lucca, tenutosi presso il Complesso Conventuale di San Francesco, hanno preso parte, tra gli altri, il vice-prefetto vicario di Lucca Stefania Trimarchi, il vicesindaco del Comune di Lucca Ilaria Vietina, l’assessore allo sport del Comune di Lucca Massimo Tuccori, il consigliere delegato allo sport della Provincia Luigi Bruni, il delegato provinciale CONI Enrico Bertuccelli, oltre ai componenti della Giunta CONI Toscana e ai rappresentanti dei Comuni, delle Federazioni e delle società sportive.

“E’ a Lucca che ho disputato il mio primo campionato regionale di scherma nella specialità fioretto – ha detto Salvatore Sanzo, pluri-medagliato schermidore olimpico oggi alla guida dello sport toscano – ed è da Lucca che parte oggi il mio tour di incontri che vuole stabilire un contatto sempre più stretto con le realtà locali. Questa è una provincia importante per tutto il movimento sportivo toscano e dove concentreremo le nostre energie, grazie alla delegazione provinciale presieduta da Enrico Bertuccelli, per lavorare sulle priorità essenziali del mio programma, su tutte la penetrazione dello sport nella scuola primaria. Ma non dimentichiamoci nemmeno dei temi relativi agli impianti sportivi, alle potenzialità del turismo sportivo, alla formazione con la Scuola Regionale dello Sport”.

 “La strada indicata dal presidente toscano Salvatore Sanzo è quella giusta – ha aggiunto Enrico Bertuccelli, delegato provinciale – Chiedo la collaborazione di tutti le componenti del territorio per relazionarci al meglio con le strutture centrali. Abbiamo bisogno di essere supportati ed anche stimolati per sentirsi valorizzati e per fare del nostro meglio, meglio di quanto abbiamo fatto in passato”.

 

Banner 2