Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Livorno,  24 gennaio 2014 – Quarantotto plessi scolastici partecipanti per 265 classi di scuola dell’infanzia ed elementare, 60 insegnanti coinvolti  e 6mila bambini impegnati a misurarsi in 19 discipline sportive: sono i dati del progetto  “A scuola di Gioco Sport”, giunto con il 2014 alla 12^ edizione.
Il Comune di Livorno, Coni, Regione Toscana e Ufficio Scolastico Provinciale di Livorno, promotori del progetto, presentano l’iniziativa che nel corso degli anni, a partire dal 2003, ha visto un crescente successo di adesioni. In pratica ad oggi quasi tutte le scuole cittadine, primarie e materne, vi partecipano, e sempre con grande entusiasmo.
Attraverso il progetto i bambini hanno la possibilità durante l’orario scolastico e sotto il controllo di insegnanti di educazione fisica o tecnici specializzati, di cimentarsi in discipline sportive diverse in modo da poter scegliere l’attività più idonea  alle loro inclinazioni e potenzialità. L’obiettivo infatti è proprio quello di mettere il bambino nelle condizioni di scegliere lo sport a lui più congeniale, di socializzare, di divertirsi (gioco sport), di migliorare l’autovalutazione delle proprie capacità motorie e prevenire i disagi dovuti alla sedentarietà infantile.
I bambini delle scuole materne ed elementari a rotazione potranno cimentarsi, nel gioco della Pallavolo, Baseball, Rugby, Judo, Karate, Kung Fu, Iu Jitsu, Kickboxing e Lotta libera ma anche  Danza sportiva, Scherma, Tennis, Tennis Tavolo, Triathlon e Ciclismo Vela. Non c’è che l’imbarazzo della scelta nella gamma degli sport proposti con giochi individuali o di squadra.
Il progetto ha preso avvio proprio in questi giorni e prevede al termine dell’anno scolastico feste finali con saggi, sfilate  e dimostrazioni di gruppo. Allo Stadio “Armando Picchi” di Ardenza e al Campo Scuola di via dei Pensieri il 13 e 14 maggio gli studenti delle classi 3^, 4^ e 5^ elementare daranno prova delle attività svolte, mentre il 19, 20 e 21 maggio, sarà la volta dei più piccoli, delle prime e seconde elementare e delle materne.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina a Palazzo Comunale, nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato, tra gli altri, gli assessori comunali Carla Roncaglia (attività educative) e Maurizio Bettini (sport), il delegato provinciale Coni Giovanni Giannone, e la coordinatrice tecnica del progetto, Patrizia Gini.

Banner 2