Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

 

Ancora una volta la rotta per Sochi degli azzurri passa per l’Abetone. Da mercoledì 5 febbraio (fino a venerdì 7) saranno presenti nella stazione toscana i sette atleti convocati per le Olimpiadi invernali di Sochi (Russia, 7- 23 febbraio) per le discipline  tecniche: oltre al campione olimpico in carica per lo slalom  Giuliano Razzoli (Vancouver 2010),  ci saranno Manfred Moelgg, Stefano Gros, Patrick Thaler, Davide Simoncelli, Roberto Nani e Luca De Aliprandini.  Saranno accompagnati dai tecnici: Jacques Theolier, Alexander Prosch, Simone Del Dio,  Stefano Costazza, Vittorio Micotti, Corrado Momo e Luca Caselli.

Ricordiamo che solo pochi giorni fa la stazione, in occasione della gare FIS,  aveva ospitato le atlete azzurre di Coppa del  Mondo, sempre in vista della preparazione per Sochi. “Diamo il benvenuto ai nostri atleti – commenta il Presidente del Comitato Appennino Toscano della Fisi Giacomo Bisconti - Sono molto onorato, e con me lo sono tutti gli sciatori toscani e le società affiliate al Comitato,  che gli azzurri si preparino in vista dell’importante appuntamento olimpico proprio  sulle piste toscane.  Questo è un chiaro  segno dell’importanza che la montagna toscana riveste nel panorama sportivo non solo regionale ma anche nazionale. Mi auguro inoltre che questa presenza possa essere di stimolo  per i nostri giovani atleti e per tutta l’attività locale, assai intensa, che si svolge sulle piste della Toscana”.

“Siamo felici  di poter nuovamente ospitare gli azzurri sulle nostre piste – è il commento del  Sindaco di Abetone Gian Piero Danti. Del resto – come ci hanno detto i responsabili Fisi – l ‘Abetone è sempre una garanzia quando si parla di preparazione delle piste da gara e di  accoglienza agli atleti”.

Come già avvenuto per le donne inoltre l’Abetone è stato scelto anche perché - per qualità della neve e conformazione dei tracciati – presenta molte caratteristiche comuni con le piste di Sochi, che si trovano sul  versante meridionale del Caucaso, affacciate sul  Mar Nero.

Per gli azzurri sono previsti allenamenti di Gigante sulle piste Zeno e di Slalom sulla pista Gaetano Coppi al Pulicchio.  Come dire che gli atleti di ieri  -  ricordiamo  che Zeno Colò è ancora il solo italiano ad aver vinto la  medaglia olimpica in discesa libera -vegliano con attenzione e speranza su quelli di oggi e di domani.

 

Banner 2